Commissione cavità artificiali SSI

now browsing by tag

 
 

Il Bunker antiaereo di Genova Pegli

Bunker Genova Pegli Copyright Speleo Club Ribaldone

Bunker Genova Pegli Copyright Speleo Club Ribaldone

Nell’ambito dell’attività di speleologia in cavità artificiali lo Speleo Club Gianni Ribaldone Genova ha in corso diverse esplorazioni di ipogei inediti siti nel comune di Genova. Attualmente, la ricognizione ha avuto per oggetto una struttura sotterranea, posta nel quartiere genovese di Pegli, la cui destinazione d’uso è in fase di accertamento poiché, pur ipotizzando che avesse una funzione di protezione antiaerea, è scavata in una vena di Metagabbri ferrosi, formazione geologica che potrebbe far pensare ad un saggio minerario. Non è escluso che inizialmente l’ipogeo fosse stato ricavato per questo ultimo scopo e, successivamente, riadattato alle esigenze belliche.

Bunker Via Luigi Rizzo Pewgli Genova Copyright Speleo Club Ribaldone riproduzione ed uso vietati.

La pianta generale è a ferro di cavallo con due ingressi, dei quali uno occluso da materiale franoso e l’altro parzialmente obliterato da materiali di risulta e rifiuti. L’unica galleria dell’interno, dello sviluppo lineare complessivo di circa 55 m, ha una larghezza variabile da 2 a 5 m ed un’altezza media di 2,25 m e dentro di essa sono fiorite delle belle concrezioni calcaree, complice anche il vivace stillicidio presente.

Foto Copyright Speleo Club Ribaldone

Curiosa la presenza di alcuni pali per fondamenta che hanno sfondato il tetto della cavità e attraverso i quali è colato parecchio cemento che ha creato delle caratteristiche montagnole simili a colate stalagmitiche. E’ stato eseguito il rilievo dell’interno e tratta copiosa documentazione fotografica alla quale seguiranno ricerche archivistiche per accertare la reale destinazione d’uso del manufatto.

Henry De Santis (Speleo Club Gianni Ribaldone)

 

Intervento speleologico per una voragine a Vibo Valentia

Voragine Vibo Valentia 12_2_16

Voragine Vibo Valentia 12_2_16

Il 12 febbraio, su richiesta della Protezione Civile regionale, gli speleologi calabresi afferenti alla Commissione Cavità Artificiali della Società Speleologica Italiana sono stati interpellati dal Soccorso Alpino e Speleologico della Calabria per ispezionare dei cunicoli che si diramano sotto il centro abitato di Vibo Valentia.  Da diversi anni si registrano nel capoluogo calabrese sprofondamenti e cedimenti del terreno legati alla presenza di manufatti storici nel sottosuolo. A seguito di uno sprofondamento di molti metri cubi di materiale il Comune di Vibo Valentia  ha allertato la Protezione Civile Regionale che, come da protocolli, ha prontamente coinvolto nell’operazione il Soccorso Alpino e Speleologico della Calabria. Per naturale competenza è stata richiesta la presenza degli speleologi calabresi della Commissione Cavità Artificiali della SSI sia per la necessaria valutazione preliminare dell’ipogeo, sia per delinearne la geometria. Nei prossimi giorni saranno effettuati rilievo topografico e il monitoraggio della struttura sotterranea.

Pierpaolo Pasqua

Voragine Vibo Valentia 12_2_2016

“Anatolia. Le origini”. A Roma presentazione del volume di Andrea De Pascale

La presentazione del volume “Anatolia. Le origini” (Oltre Edizioni), si svolgerà giovedì 20 novembre 2014, alle
ore 18.00, a Roma al Centro Culturale Turco Yunus Emre presso Ambasciata di Turchia (Istituto Yunus Emre, Via Lancellotti, 18 – su Via dei Coronari).
La presentazione, durante la quale sarà illustrata la nuova edizione aggiornata, sarà moderata dalla Prof.ssa Marcella Frangipane (Archeologa e capo missione degli scavi ad Arslantepe-Malatya, Professore ordinario di Preistoria del Vicino e Medio Oriente presso la Sapienza – Università di Roma) e dal Dr. Andreas Steiner (Direttore della rivista Archeo).

Anatolia presentazione volume roma

 

 

 

 

Anatolia presentazione volume Roma